come formattare il pc colpito da un virus

 

Rescue per i meno esperti

Kaspersky Rescue Disk è un programma potente ma semplice, che include anche un editor del Registry di Windows

1 Preparazione Rescue Disk 10 viene rilasciato da Kaspersky sotto forma d’immagine Iso da 270 Mb circa. Il download del file non è effettuabile direttamente dalla pagina principale del sito dell’azienda. Per trovare il link giusto è infatti necessario entrare nella sezione Assistenza del sito (raggiungibile dal footer di pagina), e subito dopo cliccare su Difendersi dai programmi nocivi. Al termine delle operazioni il file può essere utilizzato per realizzare un cd avviabile con un qualunque programma di masterizzazione o, in alternativa, è possibile servirsi dei tool indicati precedentemente per l’installazione dell’immagine su pen drive, ricordandosi di modificare di conseguenza l’ordine dei dispositivi di boot nel Bios di sistema.

2 Avvio del sistema di recupero Al riavvio Kaspersky Rescue Disk 10 mostra sullo schermo un’immagine dallo sfondo verde. Dopo dieci secondi di attesa il sistema comincerà le operazioni di startup con la configurazione standard impostata dall’azienda. Durante l’attesa basta premere uno qualunque dei tasti per entrare nel menù avanzato dove è possibile, tra le altre cose, impostare la lingua, anche se manca l’italiano. Kaspersky Rescue Disk 10 è avviabile, oltre che in modalità grafica, anche in modalità testuale. Tale modalità di avvio è utile soprattutto quando la scheda grafica del computer non è supportata o in tutti i casi in cui l’avvio in modalità grafica non va a buon fine. Prima di continuare è necessario accettare le condizioni di licenza richieste da Kaspersky (premendo il tasto 1).

3 Scansione del sistema Le operazioni di scansione e di aggiornamento del database virus Kaspersky sono eseguibili tramite una comoda interfaccia grafica. Essa inoltre è vagamente simile alle Gui dei sistemi operativi Microsoft. Questo può facilitare le operazioni evitando di confondere gli utenti meno esperti. Coloro i quali hanno un minimo di dimestichezza con Linux riconosceranno l’ambiente grafico Kde. Sul desktop sono presenti delle icone che permettono di accedere velocemente alle funzioni più importanti del sistema di recupero. Per cominciare le operazioni di scansione è sufficiente quindi un doppio clic sull’icona Kaspersky Rescue Disk. Per modificare le impostazioni di rete qualora il computer non sia connesso, al primo avvio è possibile cliccare sul tasto in basso a sinistra e avviare il programma Network setup.

4 Componenti aggiuntivi Kaspersky Rescue Disk 10 ha un’ottima interfaccia grafica e un ambiente desktop completo. Oltre al browser, utile per effettuare ricerche o per assicurarsi che il pc sia connesso a internet, sono presenti un orologio, un calendario, un editor del Registry e un’applicazione per catturare screenshot del sistema operativo. Certamente la più utile tra queste è l’editor del Registry. Spesso è proprio qui che virus e malware operano per modificare la configurazione del sistema. Le associazioni tra estensioni dei file e programmi, i software da eseguire al boot e molte altre informazioni sono salvati nel Registry. Il terminale può essere utilizzato per operazioni più complesse o per la risoluzione dei problemi in caso di malfunzionamenti o d’incompatibilità.

Author: admin

Share This Post On

10 Comments

  1. You actually make it appear so easy together with your presentation however I to find this matter to be actually something that I feel I might by no means understand. It sort of feels too complex and very broad for me. I am looking ahead in your subsequent publish, I will try to get the hold of it!

    Post a Reply
  2. You actually make it appear so easy with your presentation but I to find this matter to be actually something which I believe I would never understand. It seems too complex and extremely broad for me. I’m having a look forward in your subsequent publish, I will try to get the grasp of it!

    Post a Reply
  3. You really make it appear really easy together with your presentation however I to find this matter to be really one thing which I feel I’d never understand. It seems too complicated and extremely broad for me. I’m looking forward for your subsequent post, I will attempt to get the hold of it!

    Post a Reply
  4. You actually make it seem so easy together with your presentation but I in finding this topic to be really something that I feel I might never understand. It sort of feels too complicated and very vast for me. I’m having a look ahead in your subsequent publish, Iˇll attempt to get the hang of it!

    Post a Reply
  5. You really make it appear so easy with your presentation but I to find this topic to be actually something which I believe I would by no means understand. It seems too complex and very huge for me. I’m taking a look ahead in your subsequent post, I will attempt to get the grasp of it!

    Post a Reply
  6. I simply want to mention I am just very new to weblog and seriously enjoyed you’re blog. Likely I’m want to bookmark your blog post . You amazingly come with exceptional stories. Bless you for sharing with us your website.

    Post a Reply
  7. After reading your blog post I browsed your website a bit and noticed you aren’t ranking nearly as well in Google as you could be. I possess a handful of blogs myself and I think you should take a look here. You’ll find it’s a very nice tool that can bring you a lot more visitors. Keep up the quality posts!

    Post a Reply
  8. If you want to rank on top of search engines like our sample result.

    Post a Reply
  9. This is my first time pay a visit at here and i am really happy to read everthing at alone place.

    Post a Reply
  10. I couldn’t refrain from commenting. Perfectly written!

    Post a Reply

Rispondi a matt Annulla risposta